Croazia Continentale

Plitvice, Croazia continentaleDove terminano le piantagioni di ulivi, inizia la parte continentale della Croazia. Ai filari di cipressi sovrastati dai boschi dell’Ucka si sostituiscono gli abeti e i pini della regione del Gorski Kotar. I boschi di conifere scendono lungo le pendici, i vigneti sono dolcemente sostituiti da pascoli, da campi coltivati a frutteti e da prati che si stendono fino a terreni fertili al limite delle abitazioni dai tetti rossi.

La salita verso il monte Velebit (Parco naturale protetto) e la discesa attraverso le dolci colline della Lika e del Banato, arrivano fino alle pianure del basso corso della Sava e della Slavonia. Qui siete vicini ai laghi di Plitvice (Parco nazionale), proseguite verso Slunj, dove potrete ammirare il famosissimo delta di Rastoka e poi arriverete a Karlovac, città posta su quattro fiumi; da qui continuate alla volta di Zagabria (Zagreb), la metropoli croata.

Se anche arrivate da nord-ovest viaggerete attraverso paesaggi pittoreschi. Le regioni di Medimurje (territorio fra i fiumi Mura e Drava) e dello Zagorje sorgono alle falde di colline coltivate a vite; spesso le cime delle colline sono impreziosite da bei campanili di chiesette barocche.Croazia continentale

I villaggi sono sparsi sulle colline e lungo il corso dei fiumi che attraversano sinuosi le città e poi si allargano alle pianure. Vi troverete nella vecchia città di Cakovec, poi a Varazdin, la perla dell’edilizia barocca. A est, verso la Slavonia, si trovano i saliceti della Podravina, le zone di caccia della Moslavina, le sorgenti di acque termali di Daruvar e Lipik. La Valle aurea (Zlatna dolina) è soltanto l’ingresso ai ricchi villaggi a Cakovo e alla città barocca-secessionista di Osijek. Non lontano il fiume Drava, prima di immettersi nel Danubio, si versa nel canneto di Kopacki rit, ultima riserva di uccelli di palude rimasta intatta in Europa. A sud-est si sviluppa la città di Vukovar che vanta la nota zona archeologica di Vucedol. Nell’estrema parte orientale, sul Danubio, si erge la città fortificata di Ilok, notissima per i suoi vini prelibati.