Visitare Zadar in Croazia

Zadar, chiamata Zara in italiano, è una delle principali città costiere della Croazia, a circa 150km a nord di Split. Storicamente è uno dei luoghi più importanti dell’Europa centrale, perchè qui troviamo proprio le origini della cultura croata, un posto con più di tremila anni di storia, dove è stato scritto anche il primo romanzo in lingua croata e dove si stamparono i primi giornali del paese.

Oltre alla sua storia ed al suo patrimonio architettonico, Zadar si caratterizza anche per le sue bellezze naturali: nella regione si trovano diversi parchi nazionali, laghi, cascate, montagne ed una costa marina dove si può ammirare uno dei tramonti più belli del mondo.

Zadar, Zara in Croazia.

Cosa si può vedere a Zadar durante una vacanza in questa splendida località della costa croata.

Il Foro Romano: costruito tra il I secolo a.C. ed il III secolo d.C. è considerato il più grande della costa adriatica. Queste rovine sono state scoperte nel 1930 e sono state gravemente danneggiate durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale: vi era un tempio dedicato alle divinità di Giove, Giunone e Minerva, altre stanze e sale per le riunioni. Tra i suoi resti sorge la cosiddetta Colonna dell’Infamia, dove in età medievale venivano legati i prigionieri per essere umiliati dalla gente.

Le mura di Zadar: le vecchie porte e le mura dell’antica Zara rappresentano oggi una delle passeggiate più pittoresche attraverso il centro storico della città. Queste fortificazioni furono innalzate dai Romani, anche se in seguito sono state modificate ed ampliate dai Veneziani. Attualmente vi sono quattro porte: la più importante è la Porta di Terra, costruita nel 1543, ma esistono anche la Porta del Mare, la Porta del Ponte e la Porta di San Rocco.

La Cattedrale di S. Anastasia: costruita tra il XII ed il XIII secolo in stile romanico, è la chiesa più grande della regione croata della Dalmazia. La sua facciata è impressionante, con le sue tre porte ed il rosone, mentre al suo interno si trovano le reliquie della santa a cui è consacrata. È possibile, e consigliato, salire sul campanile della cattedrale e godere di una delle migliori viste sulla città.

La Chiesa di San Donato: costruita nel IX secolo sulle rovine del Foro Romano, originariamente era chiamata Chiesa della Santissima Trinità. Oggi è uno dei simboli di Zadar e spesso vi si tengono anche concerti di musica classica; curiosa la sua pianta circolare che da alla chiesa la forma cilindrica.

Monastero di San Francesco: costruito nel XIII secolo, questo monastero ha la più antica chiesa gotica in Croazia ed è uno dei più famosi templi religiosi del paese. Oltre alla sua architettura ed il magnifico chiostro, questo monastero è famoso perchè nella sua sagrestia si firmò il Trattato di Pace di Zara con cui i Veneziani rinunciavano alla Dalmazia.

La Chiesa di Santa Maria: costruita nel XI secolo in stile romanico, anche se il suo aspetto attuale risale al XVI secolo. Particolarmente noto il suo campanile, la Torre Koloman, dal nome del re ungherese che regnò in Croazia nel XII secolo, costruito nel 1110. Come molte altre chiese e monumenti di Zadar è stata restaurata dopo i bombardamenti del secondo conflitto mondiale.

La Riva: uno dei posti migliori per passeggiare a Zadar, lungo la riva del mare. Questo percorso si chiama Petra Krešimira IV e si trova tra il centro storico ed il mare; durante il giorno molte persone vi passeggiano o fanno esercizio, mentre dal tardo pomeriggio diventa un luogo molto pittoresco con artisti di strada, mercatini.